domenica 19 settembre 2010

teschi, polpette e fumetti

Altro sabato in giro, tra storia e modernità: mattinata al Cimitero delle Fontanelle, pranzo alla Polpetteria e pomeriggio in quel di Cava de' Tirreni per la prima edizione del Cavacon.
Atmosfere e suggestioni diverse, quindi. La visita della mattina ha lasciato strascichi, perchè mi sto documentando ora sulla storia ed il significato di molti aspetti del Cimitero, visto che la documentazione sul posto è veramente scarna. Ed è un peccato anche che al luogo sia dato così poco risalto "turistico". Ma non è una novità: Napoli è piena di cose interessanti da vedere che pochi conoscono e basterebbe pochissimo sforzo in più per renderla una delle città più ricche da visitare.

La Polpetteria è invece un locale aperto al Vomero (via Solimena 79) dal 22 Luglio che, come il nome suggerisce, è specializzato in polpette di tutti i tipi. Alla mia prima (e sicuramente non ultima) visita di ieri ho provato il "Cuoppo" che contiene delle polpettine semplici, una polpetta alle melanzane, una ai peperoni, una con scarole, una con provola e frijarielli ed una con maiale e peperoncini. Tutte buone, con punte di eccellenza su melanzane, scarole e peperoni. Assolutamente da provare.

Il Cavacon è invece la prima edizione di una mostra di fumetti che si tiene a Cava de' Tirreni. Essendomi allontanato dal mondo dei fumetti già da qualche anno, ci sono andato soprattutto per la presenza della Bottega Giapponese, per comprare qualche oggettino di provenienza nipponica, e della Lailac, che si occupata di dimostrazioni inerenti cultura e tradizioni giapponesi (ho assistito ad una dimostrazione di vestizione di kimono).
Da questo punto di vista, e da quello dell'ormai immancabile fenomeno del Cosplay, la fiera mi è sembrata riuscita, ma meno per quanto riguarda la parte più puramente fumettistica.
Da segnalare la presenza di Willwoosh come animatore per la parte palco. Il poster, che vedete a destra, è illustrato da Enzo Troiano.
Posta un commento